POMODORI SECCHI 2017

Dopo 5 mesi di siccità interrotta solo da rare (3 o 4) piogge di insinificante utilità ai fini irrigui approfitto di questo sole martellante per essiccare per conservare ortaggi abbondanti in questa stagione per consumarli poi in inverno.

 

Comincio con i primi 40 chili di pomodori S.Marzano che dopo essere tagliati e messi al sole ad essiccare verranno sbollentati e riasciugati.

Considerando che la resa è 1 a 10 ,cioè da 10 kg di pomodori freschi si ottengono 1 kg di pomodori secchi , sarà un lavoro che continuerà per qualche settimana … fino alla maturazione dei fichi.

Ricordo giusto per fare informazione che il governo di bastardi che ci gestisce la vita ha appena stanziato 22 milioni di € per ricerche OGM in italia, facendo così passare per un male minore l’invasione in italia di OGM provenienti da canada e usa tramite l’approvazione del trattato transatlantico del CETA prevista per domani.

Chi non l’avesse ancora capito questa è una guerra messa in atto dallo stato italiano ai suoi cittadini.

POMODORI ROSSI SECCHI

Dopo una pausa dei lavori agricoli e non , più o meno forzata a causa del caldo senza precedenti di questa estate, le attività riprendono con la raccolta e l’essiccazione della frutta regalataci dalla natura. Pomodori, fichi, pere, mele, ciliegie …tutto ciò che non riusciamo a mangiare di fresco ,lo si essicca.

Si prendono i pomodori San Marzano ,si lavano, si tagliano, si essiccano per 3 giorni rigirandoli di tanto in tanto, li si sbollentano e si riasciugano (la fase della foto) all’ombra lontano dalle mosche e si conservano. Un lavoro della madonna che se dovessi farli pagare per le ore di lavoro impiegate la gente mi prenderebbe per pazzo. pomodori

Questo tipo di vita infatti non la si sceglie per diventare ricchi, i parametri con cui si valorizzano i prodotti ed il lavoro in campagna non sono quelli usati nell’industria alimentare.

Allo stesso modo con cui il valore nutritivo ed economico di un frutto, coltivato e lavorato in maniera naturale e manualmente, è incomparabilmente più alto di quello industriale, così  per noi il tempo impiegato per ottenerli va al di là del costo del lavoro industriale di un ora (10 o 15€/h per esempio). Per noi vivere in campagna maneggiando (anche a volte con fatica) i suoi prodotti è anche una forma di meditazione, condivisione del proprio tempo con mamma Natura .

Ad un certo punto della mia vita mi sono trovato di fronte ad una scelta.

La possibilità erano queste : 1- Spendere anni della mia vita accanto ad un macchinario,una scrivania,a maneggiare pezzi di carta che hanno un valore solo perchè convenzionalmente glielo diamo noi (anche se ancora per poco!Stanno arrivando al suo posto i “bit”)  2- lavorare condividendo il mio tempo con esseri viventi ,animali, alberi ,piante, persone che hanno la tua stessa sensibilità.

Come faccio a capire qual’è la scelta giusta,per me?

Se quando vado a letto la sera sono stressato e confuso, cercando di fare ordine mentale creando dei riferimenti apparentemente certi come sesso,religione,sport,politica,arte commerciale, e altre seghe mentali … (solo apparentemente appunto, perchè se non  fosse “apparente” non sarei stressato e confuso) , vuol dire che non ho fatto la scelta giusta.

Se vado a letto ,la sera, fisicamente stanco a volte a pezzi ma sereno,pieno di entusiasmo e di energia, e per di più noto anche che non ho più problemi di crisi asmatiche e influenze stagionali varie che anni prima mi hanno sempre colpito…, questo mi fa pensare di aver fatto la scelta giusta.

Ecco perchè ,ritornando al valore che diamo al nostro lavoro , le 12 € al chilo a cui vendo i pomodori secchi, non rappresentano certo le ore lavorate ma solo un rimborso spese che mi permettono di vivere in questo modo.

 

 

Pomodori secchi, una bontà

Anche quest’anno a fine agosto ho raccolto ed essiccato pomodori..

Dopo l’esperienza riuscita degli anni passati sull’essiccazione di pomodori regina e fiaschetto ( varietà tipiche locali) quest’anno ho inserito quelli di san marzano ,quelli grossi come patate per intenderci.

Purtroppo non mi sono trovato con le quantità.

Da 50 kg ca di pomodori essiccati mi sono ritrovato con 7 o 8 kg di pomodori secchi…giusto per il consumo familiare.

Il rapporto del peso di frutto fresco ed essiccato può scendere a 10:1,5 , cioè da 1 kg di pomodore fresco ottengo 150 gr. circa di pomodoro essiccato. Provateci e capirete per costano tanto, anzi..devono costare tanto!  Se li pagate 8€/kg secchi vuol dire che hanno valutato il fresco a 80 cent€/kg + il lavoro!