RACCOLTA OLIVE 2016

Siamo a Novembre di un annata particolarmente sfortunata.

Quest’anno c’è stata una rara combinazione di : punture della mosca, anticipo della maturazione , poche olive.

In realtà probabilmente la scarsità delle olive causa una maggiore presenza di olive punte dalla mosca. Nonostante il posizionamento di circa un centinaio di trappole con la sarda (tutte le bottiglie appese traboccavano di mosche morte) le poche olive presenti hanno catturato l’attenzione delle mosche sopravvissute.

Questo fenomeno non rappresenta un gran problema per me in quanto raccogliendo le olive in ottobre ,prima che la maturazione sia completata (quando le olive sono ancora verdi) , l’effetto ed il danno della puntura non influenza granchè la qualità finale ma la resa è decisamente bassa, come descritto negli articoli passati.

Quest’anno, dicevo, la maturazione anticipata di un mese ha di fatto rovinato le rare olive presenti. Poco male comunque perchè non avevo neanche un oliva.

Fortunatamente da 2 anni a questa parte ho preso in gestione un terreno con ulivi a 20km circa da Ceglie, seguendo infatti i consigli degli vecchi residenti, i quali usavano comprare terreni diversi a km di distanza perchè se in una zona si potevano creare condizioni di cattiva impollinazione dei frutti a 20 km di distanza le cose potevano andare diversamente ,infatti  sono riuscito a recuperare una quantità minima per me

.L’acidità ricavata al frantoio era 0,7 ,decisamente la più alta da quando faccio l’olio, ma il profumo di oliva schiacciata il gusto leggermente pizzicante e soprattutto la sicurezza che non c’è un grammo di insetticida o erbicida dentro lo rende sempre un olio sempre più unico.

 

Annunci